Portfolio italiano

 

 

 

 

Romano Cagnoni
http://talmud.luda.it/simplemedia/cagnoni.html

Se la rete può servire a un giovane fotografo per farsi conoscere e far vedere i propri lavori, Romano Cagnoni non ne ha bisogno, perché le sue foto gli hanno già procurato fama internazionale. Reporter di guerra per i maggiori periodici internazionali, ha vinto numerosi premi per il suo lavoro e le sue foto sono esposte nei musei d'arte contemporanea di tutto il mondo.

Il suo sito è quanto di più essenziale si possa immaginare: un'unica foto del 1968, che documenta la guerra civile in Nigeria, e un indirizzo.

Negli archivi di Sapere.it troverete la presentazione della mostra "Il mondo a fuoco", che si è conclusa a Palazzo del Tè, a Mantova, nel novembre 2000. Per accedere è necessario l'abbonamento o una richiesta di prova gratuita.

Nato a Pietrasanta, in provincia di Lucca, si trasferì a Londra nel 1958 e fu qui che cominciò a dedicarsi alla professione di fotoreporter. Nel 1965 fu tra i primi fotografi a entrare in Vietnam, poi fu la volta del Biafra e dell'Egitto; nel 1989 documentò la caduta del muro di Berlino. Tra un reportages e l'altro all'estero, trovò anche il tempo di dedicarsi all'Italia, dove fotografò le culture del sud, l'estrazione del marmo nella sua regione natale, gli operai della Fiat, gli ospedali psichiatrici. Il catalogo della mostra è edito da Electa.

 
indietro