VII - L'ultima sfida del fotogiornalismo

 

 

 

 

Ron Haviv

Trentacinquenne, americano, ha iniziato a fotografare per hobby seguendo la scuola di giornalismo. Ha documentato la caduta del muro di Berlino, la liberazione di Nelson Mandela, il traffico di droga in Colombia e la vita degli indios Yanomami nella foresta amazzonica. Negli anni Novanta ha seguito il conflitto in Jugoslavia per Newsweek, da cui è nato il suo lavoro più noto: "Blood and Honey - A Balkan war journal", un reportages a colori pubblicato anche in un libro, che gli è valso il World Press Photo.

Il sito ufficiale di "Blood and Honey" contiene anche una scheda biografica (in inglese):
http://bloodandhoney.com/

Altre immagini da "Blood and Honey":
http://www.photoarts.com/haviv/
http://www.msnbc.com/modules/bloodandhoney/splash.asp



Un reportagese del 1998 sull'Amazzonia,
"Brazil: rain forest fires":
http://www.foto8.com/issue02/braz1.html

 

 
torna all'articolo